Ecco come pulire l’argento

orecchini argentoL’argento è un metallo prezioso fra quelli detti ‘nobili’, come l’oro e il platino. E’ un metallo molto affascinante, solitamente lavorato – in lega – con rame e oro. Le cifre 800, 925 etc… indicano la percentuale d’argento presente.

L’argento è un metallo che si presta bene per arredare una casa di gusto. Molti accessori in argento sono per lo più posate, anfore, piatti, vasi, soprammobili e ninnoli vari. Questi oggetti fanno la differenza abbellendo l’ambiente.
L’argento usato, inoltre, assume un aspetto ancora più particolare, potremmo dire ‘vintage’, che rende ancora più prezioso l’oggetto in questione. Questa patina che si crea sul pezzo d’argento, è in realtà un intricato reticolo di impercettibili graffi causati dal tempo e dalla pulizia.

Una peculiarità dell’argento, come altri metalli nobili, è quella di non essere facilmente soggetto ad ossidazione. Il metodo migliore per mantenere sempre al massimo l’argenteria è quello di usarla quotidianamente.

Ecco come pulire l’argenteria

Immergete l’argenteria in acqua calda dove avrete immerso anche del sapone o del detersivo. Risciacquate in acqua calda ed asciugate immediatamente. Dopo aver pulito la vostra argenteria, è bene conservarla in uno luogo apposito, preferibilmente custodita in una rastrelliera opportunamente foderata.
I soprammobili, i ninnoli, posacenere e vasi andrebbero spolverati quotidianamente e lavati almeno una volta alla settimana.

Come lucidare l’argento

Se l’argento ha perso lucentezza ed è annerito o si è arrugginito, il modo migliore per lucidarlo è quello di utilizzare prodotti specifici, preparati liquidi, in polvere o in pasta o anche in feltri speciali imbevuti di liquidi detergenti.
Un altro metodo fai da te consiste, invece, nel far bollire l’argento in una soluzione di sale da cucina e bicarbonato di sodio – pari ad un cucchiaino dell’uno e dell’altro ogni litro d’acqua) in un contenitore di terracotta.

Per una eccellente lucidatura bisogna dapprima lavare l’argento in acqua calda e sapone calda e poi dopo averlo lasciato scolare e asciugato per bene, si può passare un panno morbido (in pelle scamosciata è l’ideale), imbevuto del prodotto scelto.
Potete passare il panno sull’argenteria ma delicatamente evitando di strofinare di traverso o in senso rotatorio.

Immergete una seconda volta in acqua calda e sapone calda e sciacquate ed asciugate bene. Per lucidare l’argento è ideale utilizzare anche il bicarbonato di sodio o il bianco di Spagna con l’aggiunta di un po’ di ammoniaca o alcol da passare con un panno umido.

L’argento deve essere conservato in un luogo asciutto e non esposto all’aria. Meglio se ricoprite la vostra argenteria in un panno morbido oppure in appositi fogli di carta velina nera trattati al nitrato d’argento che si acquistano presso negozi di argenteria e presso orefici. Evitate di circondare la custodia con elastici, perché questi possono avere un effetto corrosivo sull’argento.

Altre accortezze: evitate che alcuni alimenti vengano a contatto con l’argenteria. Nocivi sono sale da cucina, aceto, olive, uova, succhi di frutta, profumi. Gas, zolfo, e alcune sostanze che provengono dai gambi dei fiori quando appassiscono oppure quelle che vengono prodotto dalla frutta guasta. E’ buona abitudine mettere sul fondo della fruttiera un piatto di vetro o di porcellana, come anche cambiare spesso l’acqua dei vasi.
Vi piace l’argento anche da indossare? Non c’è dubbio che questo metallo sia molto versatile, elegante e sempre attuale. Che preferiate raffinati bracciali o anelli in stile etnico, per l’estate delle cavigliere sobrie e sbarazzine… oppure che siate alla ricerca di delicati orecchini in argento 925 qui troverete sicuramente l’oggetto che fa per voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi