Tensioni USA – Cina: colpa delle elezioni presidenziali?

Il dubbio era nell’aria da tempo, ma adesso è una delle due parti in causa ad affermarlo con chiarezza. Secondo l’ambasciatore cinese a Londra, infatti, gli Stati Uniti stanno cercando di scatenare una nuova guerra fredda con il Paese asiatico poiché sono alla affannosa ricerca di un capro espiatorio prima delle elezioni presidenziali statunitensi di novembre.

“Non è la Cina (che è diventata assertiva). È l’altra parte dell’Oceano Pacifico che vuole iniziare una nuova guerra fredda con la Cina, quindi dobbiamo dare una risposta”, ha detto ai giornalisti l’ambasciatore cinese a Londra Liu Xiaoming. “Non abbiamo interesse in nessuna guerra fredda, non abbiamo interesse in nessuna guerra”.

“Abbiamo visto tutti cosa sta succedendo negli Stati Uniti, hanno cercato di prendere come capro espiatorio la Cina, vogliono incolpare la Cina per i loro problemi”, ha detto. “Sappiamo tutti che questo è un anno di elezioni. Vogliono fare qualsiasi cosa, compreso trattare la Cina come un nemico”, ha detto Liu. “Probabilmente pensano di aver bisogno di un nemico, pensano di volere una guerra fredda, ma noi non abbiamo alcun interesse, continuiamo a dire all’America, la Cina non è il tuo nemico, la Cina è tua amica, il tuo partner”.

Sicuramente le dichiarazioni dell’ambasciatore non potranno certamente che creare nuove e ulteriori tensioni tra i due partner, che sul finire dello scorso anno erano stati in grado, in maniera molto complicata, di siglare un accordo commerciale che ha costituito una tregua a un lungo periodo di asperità.

Dopo l’avvento del coronavirus, e le continue accuse di Trump sull’incapacità cinese di gestire la crisi epidemica, le relazioni tra le due parti sono notevolmente peggiorate, e sono state ulteriormente acuite dopo le proteste ad Hong Kong. Ora il rischio che nei prossimi mesi vi sia una escalation è sempre più concreto, e potrebbe collimare proprio entro novembre, data delle prossime presidenziali…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi