Produzione industriale, buone notizie dalla Francia

Buone notizie dalla Francia, dove la produzione industriale del mese di novembre è balzata di +2,2 punti percentuali mese su mese da -0,1 per cento su base mensile (peraltro, dato rivisto al rialzo di un decimo di punto). Il dato è spiegato in particolare dal netto aumento dell’attività di raffinazione (+6,3 per cento su base mensile da +3,5 per cento su base mensile) e dal settore dei materiali di trasporto (+3,4 per cento mese su mese da +1,5 per cento mese su mese). Ma è in deciso aumento tutto il comparto manifatturiero, che registra un +2,3 per cento su base mensile da -0,6 per cento su base mensile.

La produzione di energia ha visto un nuovo incremento di 1,6 punti percentuali su base del mese da 3,4 punti percentuali mese su mese, anche a causa del calo della temperatura nel mese, di circa 2,5 gradi inferiore alla media del periodo. Il comparto delle costruzioni vede invece una correzione di -0,3 per cento mese su mese dopo +2,0 per cento mese su mese.

Per quanto concerne le previsioni di futuro di breve termine, gli analisti si aspettano che l’aumento dell’attività prosegua anche nel corso del mese di dicembre, che verrà rendicontato tra poche settimane. La variazione annua passa quindi a 1,8 per cento da -1,8 per cento, lasciando la produzione in rotta per un aumento di 1,2 punti percentuali trimestre su trimestre nell’ultimo trimestre da zero. Se confermato, il contributo alla formazione del prodotto interno lordo nell’ultima parte dell’anno sarebbe di quasi due decimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi