La compostiera, un accessorio poco conosciuto ed utilizzato

compostLa compostiera è un accessorio veramente comodo, soprattutto per chi ha un giardino o un grande terrazzo. Si tratta di un contenitore aerato, in materiale plastico resistente, che consente e favorisce la decomposizione dei rifiuti organici, rendendoli terriccio fertile, adatto ad essere utilizzato nell’orto, in giardino e anche per i vasi sul terrazzo. Si possono trovare informazioni e prezzi su migliorutensile.com.

Come funziona la compostiera

Il funzionamento della compostiera è facile da comprendere. In pratica si tratta di simulare le condizioni presenti nei mucchi di scarti che si producono nelle grandi aziende agricole, che vengono lasciati per mesi esposti al sole ed alle intemperie, fino a creare un terriccio scuro e ricco di elementi nutritivi. Realizzare questi cumuli in un giardino è poco pratico e anche decisamente antiestetico. Per questo sono state ideate le compostiere. Si tratta essenzialmente di contenitori, costruiti in modo da mantenere i detriti in essi ammassati perfettamente aerati. Questo stimola una corretta e rapida decomposizione del materiale organico inserito nella compostiera, ad opera dei batteri. Una compostiera che funziona in modo ottimale non emette cattivi odori, tanto che può essere conservata anche nei pressi della casa o sul terrazzo.

Le tempistiche

Per ottenere del compost è necessario che i rifiuti organici rimangano nella compostiera per alcuni mesi; l’accessorio deve essere esposto alle intemperie, anche se è opportuno evitare di posizionarlo in una zona eccessivamente soleggiata. Il materiale al suo interno deve essere infatti umido in modo ottimale, per favorire l’azione dei microorganismi che lo decompongono. Per fare in modo che la compostiera “lavori” rapidamente ed efficacemente è importante inserire in essa materiale organico misto, derivante dagli scarti di cucina(escluse le ossa o i resti di carne, che possono attirare le mosche) e quelli del giardino, come ad esempio le foglie secche raccolte in autunno, gli sfalci primaverili dell’erba, piccole porzioni di legno e di terriccio di scarto. Inizialmente è opportuno inserire anche una piccola dose di cosiddetto attivatore; si tratta di una polvere contenente batteri benefici, che stimolano l’inizio della decomposizione.

Come si utilizza il compost

Man mano che si aggiunge materiale nella compostiera, utilizzando il coperchio alla sommità, la decomposizione ne determina una rapida compattazione. Questo consente di poter inserire nuovo materiale abbastanza spesso. Dopo alcuni mesi si può prelevare il compost pronto, rimuovendo la paratia posta nella parte bassa del contenitore a torre. Se dietro la paratia si nota un terriccio scuro e fresco, allora il compost è pronto per l’utilizzo come fertilizzante o substrato di coltivazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi