Dolore al polso, da cosa può dipendere?

treatment-1327811_960_720È abbastanza comune soffrire di un dolore al polso, che si irradia nel margine esterno del pollice, fino ad arrivare all’avambraccio, e peggiora nei movimenti di presa: per esempio, nell’aprire un barattolo, strizzare un panno, o girare una chiave. Quale è la causa?

Secondo quanto ricorda il dottor Maurizio Musso, chirurgo della mano del Centro traumatologico ortopedico di Milano, potreste “soffrire di malattia di De Quervain, che consiste nell’infiammazione e nel restringimento della guaina che riveste due dei tendini che fanno muovere il pollice”. In genere, è una malattia che colpisce chi fa movimenti ripetitivi con il polso (suonare, cucire, ricamare, usare molto il mouse o la tastiera del pc, e così via.

Per quanto concerne i rimedi, meglio provare a tenere a riposo la mano per almeno una settimana ed applicare 3-4 volte al giorno un gel all’arnica, pianta con azione antinfiammatoria e antidolorifica. Poco utile, invece, il tutore: spesso viene mal tollerato e rende ancor più acuto il dolore. Se non passa, gli esperti consigliano naturalmente di rivolgersi al medico, che può prescrivere degli antinfiammatori da prendere per bocca, o un ciclo di laserterapia, cura con effetto analgesico. Nei casi più seri, può essere indicato l’intervento chirurgico: in anestesia locale e in day hospital, consiste nell’aprire la guaina tendinea che si è ristretta, in modo che non crei più attrito sui tendini. Si può muovere la mano subito dopo l’intervento.

Per maggiori informazioni, rivolgetevi al vostro medico di riferimento per poter individuare con lui le migliori strade per la risoluzione del problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi