Come nasce un profumo? Storia delle fragranze più famose

bottiglia profumoSiamo abituati ad “indossarlo” come se fosse la nostra maglietta preferita, oppure una borsa di cui non possiamo fare a meno. Di cosa stiamo parlando? Ma del profumo!

Ebbene si, questo semplice “accessorio” è diventato indispensabile per tutte le donne, e a dir la verità anche per gli uomini più vanitosi: in commercio troviamo essenze davvero uniche e dal profumo intenso. A questo punto la domanda è quasi d’obbligo: vi siete mai chiesti quale origine abbia il profumo,e soprattutto come nasce al giorno d’oggi?

Andiamo con ordine, e ripercorriamo la storia di questo originalissimo “accessorio”: secondo antiche testimonianze, la prima volta che fece la sua comparsa fu circa 4 mila anni fa. Durante l’antico Egitto, infatti, le essenze bruciate venivano utilizzate per parlare con l’Aldilà oppure per adornare i Faraoni con essenze intense ed uniche.

La diffusione vera e propria del profumo, pare si debba alla civiltà ellenica: quest’ultima inizialmente la utilizzava (come tutti gli altri popoli) solo per parlare con l’Aldilà, ma a lungo andare molti cittadini iniziarono ad utilizzarlo anche per pura vanità personale.

L’epoca romana, invece, ci ha lasciato l’arte del soffiaggio, ovvero quell’antica arte che porta a creare l’imballaggio esterno dell’essenza: l’amata boccettina.

Alla fine del 700, invece, un giovane italiano diffuse la prima acqua di colonia, mentre a metà dell’800 molte essenze erano diventate ormai di uso comune. Il profumo, così come lo intendiamo oggi, era ufficialmente nato.

Ma cosa porta a creare un’essenza? In realtà pare che i creatori di essenze (chiamati anche “nasi”) abbiano sempre a disposizione tra le 3000 e le 3500 essenze differenti. Tuttavia, in fase di creazione subentrano altri fattori: l’intuito, la creatività e la voglia di sperimentare e creare.

Una volta scelto il tema dominante della nuova fragranza, si da’ il via alla sperimentazione e alla creazione effettiva del nuovo profumo.

Al giorno d’oggi possiamo contare su una classificazione molto precisa dei profumi: abbiamo quelli di origine floreale (la maggior parte delle fragranze deriva dagli estratti dei fiori, ed è indicato per l’universo femminile), aromatico (salvia, timo, rosmarino: si tratta di essenze che, nell’insieme, regalano al profumo una nota virile. E’, infatti, indicato per l’uomo), orientale (composta da muschi, vaniglia, fiori esotici,…) e agrumata.

Insomma, i profumi al giorno d’oggi si presentano in modi assolutamente diversi e con forme sempre più eccentriche. Ma dove si possono comprare? Se, fino a qualche tempo fa, era un predominio appartenente alle profumerie, oggi molti siti offrono la vendita on line di profumi. Si tratta di un modo diverso di fare acquisti che, in realtà, sta conquistando sempre più persone.

Non vi resta che scegliere la vostra fragranza e acquistare immediatamente il vostro amato profumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi